WeedMap_banner_2_wp

WeedMap: Drones and Machine Learning

Da mercoledì mercoledì 22 aprile si terranno i laboratori del Progetto Innovativo degli Studenti 2019/2020 WeedMap – Drones and Machine Learning. Diserbo di precisione per l’agricoltura del futuro, organizzato dal Dipartimento di Agronomia, Animali, Alimenti, Risorse naturali e Ambiente (DAFNAE) dell’Università degli Studi di Padova.

Il progetto ha l’obiettivo di sperimentare l’uso integrato di tecnologie e sistemi geografici propri della GIScience con i Sistemi a Pilotaggio Remoto (droni) applicati alla cosiddetta “agricoltura di precisione”. Particolare attenzione verrà rivolta alle metodologie e tecniche per la mappatura delle piante infestanti.

Vengono proposti agli studenti dell’Università degli Studi di Padova 6 incontri che si terranno dal 22 aprile al 27 maggio, ogni mercoledì pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00.
I seminari del progetto innovativo WeedMap – Drones and Machine Learning sono: 

  1. 22 aprile | La GIScience per l’analisi del territorio agricolo e della sostenibilità-Primi passi con QGIS;
  2. 29 aprileDal campo al territorio: analisi spaziali e geoprocessi con dati vettoriali;
  3. 6 maggioImmagini satellitari e territorio agricolo: analisi multispettrali con dati satellitari open source;
  4. 13 maggioDroni e agricoltura: analisi raster e machine learning per la mappatura delle infestanti;
  5. 20 maggioDroneLab. Laboratorio hardware droni: teoria, pratica e assemblaggio;
  6. 27 maggio | GIS come strumento per il diserbo di precisione: creazione delle mappe di prescrizione.

(altro…)

Approfondisci

LogoMaster2019

Esami finali IV Edizione Master GIScience e SPR

Venerdì 27 settembre e sabato 28 settembre 2019 si sono svolti gli esami finali dei corsisti della IV edizione del Master di II livello in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto AA. 2018/2019.

Durante l’esame finale i corsisti, di fronte alla commissione, hanno presentato e discusso gli elaborati finali di fine Master, inerenti al project work o al tirocinio svoltisi nei precedenti mesi. 

Tantissimi le tematiche presentate in questo esame finale, dalle isole di calore urbane all’agricoltura di precisione, dalle smart cities alla mappatura del rischio delle coperture in amianto. 

Tra pochi giorni a questo link sarà possibile prendere visione di un estratto degli elaborati discussi dai corsisti. 

(altro…)

Approfondisci

LocandinaBANDO2019-2020_wordpress_PROROGA

Proroga scadenza iscrizioni al Master in GIScience e SPR | V edizione

L’Università degli Studi di Padova ha prorogato la scadenza delle iscrizioni ai master per l’anno accademico 2019/2020. Chi fosse interessato ad iscriversi al Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto per la gestione integrata del territorio e delle risorse naturali a 7 indirizzi avrà quindi qualche giorni in più per finalizzare l’iscrizioni. 

Proroga iscrizioni

Proroga per le iscrizioni al Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto che saranno aperte fino a lunedì 7 ottobre 2019 ore 12.30.  Per maggiori informazioni sulle modalità d’iscrizione è possibile consultare il seguente link

Informazioni

Per avere informazioni relative all’offerta formativa del Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto è possibile consultare la seguente pagina. E’ possibile inoltre ricevere informazioni dettagliate sul Master e sui relativi costi compilando il form o scrivendo a mastergiscience@dicea.unipd.it.

E’ possibile scaricare la locandina della V Edizione del Master di II livello in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto – a 7 indirizzi

Contatti Master GIScience e SPR

  • email: mastergiscience@dicea.unipd.it
  • telefono mobile: +39 340 7077615

Social Network

Approfondisci

DCIM104GOPRO

Riprese aeree con aquiloni | EstateGIS 2019

L’ultimo appuntamento di EstateGIS 2019 si è tenuto mercoledì 18 settembre 2019 con il seminario Foto aeree con aquiloni, tenuto dai kite aerial photographers  Andrea Casalboni e Fausto Focaccia.

Volare e fotografare con gli aquiloni, come una volta

Una volta c’erano gli aquiloni.
Prima dei “robot volanti”, un condensato di tecnologia e sensori ottici, si fotografava dall’alto, per scrutare la superficie terrestre, con mongolfiere ed aquiloni. La prima “foto aerea obliqua”  è stata scattata nel 1906 a 600 metri di quota sopra la città di San Francisco, devastata da un potente terremoto. Per riprendere e dominare la terra dall’alto si sono viste, nella storia della aerofotogrammetria, installare macchine fotografiche persino sui piccioni. Fu il farmacista Julius Neubronner che nel 1907 ci restituì le foto aeree della città di Kronberg (Germania).
Oggi, nonostante i droni siano lo strumento più comune per studiare e mappare il territorio dall’alto, c’è chi continua a installare fotocamere sugli aquiloni, per poi farli volare.
Si chiama “kite aerial photography”.
L’articolo continua su PadovaOggi

Il video della giornata

(altro…)

Approfondisci