eventi_diantini-1

Environmental Impact Assessment: Oil operations in Val d'Agri (Italy)

Il Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto è lieto di invitarvi a due seminari internazionali di approfondimento sulle pratiche di estrazione petrolifera in Italia e in Amazzonia.

 
Il primo seminario dal titolo “Petrolio e biodiversità in Val d’Agri” si terrà il 23 ottobre 2019 all’interno del Polo Didattico di Biologia e Biomedicina “Fiore di Botta” dell’Università degli Studi di Padova.  
 
In questo seminario Alberto Diantini, dottorando in Geografia (DiSSGeA), presenterà lo studio pubblicato nel volume “Petrolio e Biodiversità in Val d’Agri” (CLEUP, 2016). La ricerca esamina gli studi di impatto ambientale e le relazioni spaziali fra pozzi petroliferi ed elementi sensibili (aree protette, edifici, fiumi) nella concessione Val d’Agri, il giacimento di petrolio più grande d’Europa su terraferma.  
 
Il secondo seminario internazionale, per l’approfondimento della tematica dell’estrazione petrolifera in Italia, è previsto per il giorno 12 dicembre 2019 sempre all’interno del Polo Didattico di Biologia e Biomedicina “Fiore di Botta” dell’Università degli Studi di Padova.   
 
Il seminario è organizzato nell’ambito dell’insegnamento di “Environmental Impact Assessment”, coordinato dal prof. Massimo De Marchi

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti.
// Scarica qui la locandina di “Interaction between EIA and SIA”

 

Approfondisci

EstateGIS

EstateGIS è un ciclo di seminari gratuiti e aperti al pubblico per frequentare la GIScience anche d’estate! EstateGIS è organizzato dal Master GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto in collaborazione con l’Associazione GIShub di Padova.

Qui sotto è possibile rivedere i video dell’edizione EstateGIS 2018, sia del 1° ciclo di eventi, realizzati tra giugno e luglio 2018, sia del 2° ciclo di eventi, realizzati a settembre 2018.

A questo link è possibile rivedere l’edizione di EstateGIS 2017!

Approfondisci

Locandina-wordpress

Notte della Europea Geografia

Nel 2017, il Comitato geografico nazionale francese ha avviato, a Parigi e in una dozzina di altre città francesi, la prima Notte della Geografia.
Visto il grande successo dell’iniziativa, per l’anno 2018, la seconda edizione si è svolta su scala europea, diventando così la Notte Europea della Geografia. L’edizione del 2018 si è svolta quindi in tutta Europa il 6 aprile 2018.  

L’evento si propone di presentare geografia e geografi, dare al grande pubblico la possibilità di conoscerli meglio, rendere la ricerca geografica più accessibile.
Tutti gli eventi proposti sono gratuiti e aperti a tutti.

Anche il Master GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remotoin collaborazione con i Dipartimenti ICEA e DiSSGeA dell’Università degli Studi di Padova, l’Associazione AIIG Veneto, l’Associazione GIShub e l’Associazione Geograficamente, ha partecipato all’edizione del 2018 con tanti eventi e iniziative.
Per rivedere le foto e i video della Notte Europea della Geografia a Padova è possibile consultare il seguente link.

Per rivedere tutti gli eventi che si sono svolti in Italia per l’edizione del 2018 è possibile visitare la sezione AGEI dedicata alla Notte della Geografia italiana

La prossima Notte Europea della Geografia si celebrerà il 5 aprile 2019.

 

Nel frattempo è possibile rivedere i video delle iniziative della Notte della Geografia del 2018 a Padova

 

 

Approfondisci

MAP4Youth per la mappatura e valorizzazione degli spazi urbani abbandonati

Il progetto MAP4YOUTH si pone l’obiettivo di favorire la cittadinanza attiva ed il Dialogo Strutturato (DS) tra giovani cittadini ed i decisori politici della città di Padova. Il progetto intende raggiungere tali obiettivi, attraverso l’utilizzo di strumenti digitali innovativi (“e-tool”) per la partecipazione dei giovani alla vita politica.

Nello specifico, le organizzazioni partner – GIShub e ARS4Progress – svilupperanno una piattaforma WebGis online – “MAP4YOUTH” – che servirà a consultare la popolazione giovanile locale rispetto al tema del Dialogo Strutturato e alla Strategia UE per la Gioventù (EYS), con particolare attenzione al ripensamento e riqualificazione delle aree degradate nel Comune di Padova. La piattaforma disporrà di un database geografico partecipato ed interattivo (webGIS opensource) dei luoghi abbandonati, trascurati o dismessi (“vuoti urbani”) della città.

La piattaforma consentirà di raccogliere le segnalazioni e le proposte avanzate dai giovani cittadini e studenti dell’Università degli Studi di Padova, circa potenziali interventi di riqualificazione, recupero e valorizzazione dei vuoti urbani. Previa registrazione, chiunque potrà liberamente accedere all’e-tool per consultare le proposte caricate, dare il proprio contributo tramite la funzione per i commenti e per il voto e disseminandole attraverso i social network.

L’idea fondamentale è infatti quella di favorire lo sviluppo di uno spazio di discussione più trasparente e strutturato tra gli attori coinvolti, che continui anche dopo il termine dell’intervento progettuale: l’e-tool rimarrà attivo ed a disposizione dei giovani, dell’amministrazione comunale, dell’Università e delle associazioni del territorio anche dopo il termine delle attività di progetto. Questo prevede la realizzazione di laboratori didattici interattivi che svilupperanno i seguenti temi:

  1. il Dialogo Strutturato e la Strategia Europea per la Gioventù;
  2. la mappatura e valorizzazione delle aree abbandonate a Padova mediante l’uso di GIS ed e-tool geografici per la mappatura e valorizzazione delle aree in disuso;
  3. raccolta di idee e proposte per la valorizzazione delle aree.

Attraverso le sessioni finali, cui prenderanno parte, rappresentanti e membri tra i policy makers dell’amministrazione acquisiranno nuove conoscenze rispetto alle aspirazioni e bisogni dei giovani padovani e si confronteranno con loro inaugurando un processo sostenibile di Dialogo Strutturato sul territorio comunale che potrà continuare sulla piattaforma MAP4YOUTH. Verosimilmente, i giovani del territorio acquisiranno conoscenze sui processi di decisione politica ed impareranno a partecipare e a contribuire attivamente ai processi decisionali negli ambiti che li riguardano direttamente.

D’altra parte, i decisori politici saranno sensibilizzati sugli strumenti e le modalità di interazione più adeguati all’approccio della popolazione giovanile e potranno consultare sistematicamente la cittadinanza di Padova sulle questioni più dirimenti, raccogliendone opinioni e commenti che andranno ad indirizzare l’agenda politica comunale. La piattaforma potrà infine beneficiare le altre organizzazioni giovanili della città di Padova, le quali potranno trarre ispirazione dalla metodologia consultiva sperimentata dal progetto (la quale sarà illustrata nel report finale di progetto scaricabile dalla piattaforma stessa) ed utilizzarla per locali repliche del processo di Dialogo Strutturato in altri ambiti tematici o territoriali.

Approfondisci