agro

Corso di Agroecologia ed Ecologia Umana

Il Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto invita tutti gli studenti ad iscriversi all’insegnamento Agroecologia ed Ecologia Umana dell’Università degli Studi di Padova. 

Nell’ambito dell’insegnamento “Agroecologia ed Ecologia Umana” si inserisce il progetto innovativo delle studentesse e degli studenti dell’Università di Padova dal titolo Agroecologia, agricoltura sociale e di prossimità. Apprendimenti itineranti tra orti urbani, infrastrutture verdi e blu ed ecologia del sistema alimentare mondiale.

Descrizione:

Il nuovo corso vuole fornire agli studenti i principali elementi teorici e metodologici per muoversi in autonomia nel dibattito sull’agroecologia e contribuire alla costruzione di politiche pubbliche sulla transizione agroecologica, la sovranità alimentare, la gestione del territorio, lo sviluppo locale a livello nazionale ed internazionale.

L’offerta formativa del corso, permetterà allo studente di conoscere le principali politiche e indirizzi a livello nazionale ed internazionale sull’agroecologia, utilizzare indicatori sulla sostenibilità dell’agricoltura a livello di paesaggio e di azienda, utilizzare strumenti di mappatura degli agroecosistemi delle infrastrutture verdi e blu di valutazione dei servizi ecosistemici, apprendere strumenti e metodi di ricerca per l’analisi e la gestione degli agro-ecosistemi e del territorio. Inoltre, vuole trattare i temi dell’agricoltura sociale e di prossimità, attraverso apprendimenti itineranti tra orti urbani, infrastrutture verdi e blu e l’ecologia del sistema alimentare mondiale.

Luogo e svolgimento:

Le lezioni si terranno il martedì ed il mercoledì a partire dal 17 marzo 2020, per ulteriori informazioni sullo svolgimento contattare mastergiscience@dicea.unipd.it (altro…)

Approfondisci

DRONESFORGOOD_Tavola disegno1

Corso di Drones for Good - Sistemi a Pilotaggio Remoto e Digital Earth

Il Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto invita tutti gli studenti ad iscriversi all’insegnamento “Drones for Good – Sistemi a Pilotaggio Remoto e Digital Earth” dell’Università degli Studi di Padova.

Descrizione dell’insegnamento:

Il nuovo corso vuole aprire gli studenti alle conoscenze teoriche e pratiche riguardanti le nuove tecnologie dell’informazione geografica sviluppate nel contesto della GIScience ed in particolare i Sistemi a Pilotaggio Remoto e la Digital Earth.

L’offerta formativa del corso, permetterà allo studente l’acquisizione di abilità tecnico-operative e trasversali, utili alla propria attività professionale, ma anche sul piano sociale e di cittadinanza attiva.

La combinazione di approcci teorici integrati con l’applicazione pratica sulla produzione di dati geografici con l’uso dei SPR e la visualizzazione dei dati geografici attraverso la Digital Earth, comprenderà lo svolgersi di uscite e rilievi sul campo, GeoLab hardware e software e seminari.

Luogo e svolgimento:

Le lezioni si terranno il martedì ed il mercoledì a partire dal 3 marzo 2020, dalle ore 16.30, presso il Polo Multifunzionale Vallisneri (Viale G. Colombo, 3). (altro…)

Approfondisci

petrolio e cambiamenti climatici_docufilm

Basilicata, petrolio e cambiamenti climatici

Il Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto è lieto di invitarvi all’incontro di approfondimento sulle pratiche di estrazione petrolifera in Italia Basilicata, petrolio e cambiamenti climatici, che si terrà il 30 ottobre 2019 dalle ore 18.00 alle 20.00 c/o il Laboratorio GIScience e Drones for Good del Dipartimento ICEA (Via Ognissanti, 39), AULA CM2.

Il seminario rappresenta un’occasione di formazione sugli impatti socio-ambientali dell’estrazione petrolifera in Italia e più precisamente in Basilicata dove avviene estrazione di idrocarburi e trattamento dei rifiuti petroliferi.

La Basilicata a partire dagli anni ’90 vede aumentare la produzione giornaliera di idrocarburi sino a quasi 100.000 barili, profilandosi come un vero e proprio Texas italiano.

L’incontro comprenderà due momenti. Dapprima la presentazione del documentario “I miracoli del petrolio in Basilicata: fango nero, argilla rossa e palle di fuoco” (Prof. L. Pellegrini, regista A. Marinelli) e successivamente l’intervento di Alberto Diantini (PhD DiSSGeA dell’Università di Padova) “Petrolio e impatti socio-ambientali in Val d’Agri” che descriverà la ricerca condotta negli ultimi anni nella concessione Val d’Agri, il giacimento di petrolio più grande d’Europa su terraferma. (altro…)

Approfondisci

flareOK2

Esplorazione A.M.A.Z.O.N.Y.A. – Mappando gli impatti socio-ambientali del gas flaring dell’industria petrolifera in Amazzonia occidentale (Ecuador) con il National Geographic

Evento pubblico:

presentazione del progetto con i protagonisti della “Spedizione A.M.A.Z.O.N.Y.A” al #GeoNight_Padova 2019, venerdì 5 aprile ore 18.00 (c/o Laboratorio GIScience Drones4Good del Dipartimento ICEA (Via Ognissanti 39).
Ingresso libero, si richiede l’iscrizione all’evento.

 

Comunicato stampaEsplorazione A.M.A.Z.O.N.Y.A. – Mappando gli impatti socio-ambientali del gas flaring” . 

(Progetto supportato dal Programma Early Career Grant del National Geographical Society).

Il gas flaring è una pratica industriale diffusa, specialmente nei PVS, che consiste nella combustione in situ di gas “di scarto” associati all’estrazione e produzione di idrocarburi.

Si stima che, attualmente, 140 miliardi di metri cubi di gas siano bruciati ogni anno in tutto il mondo, un quantitativo sufficiente a soddisfare il fabbisogno di energia elettrica dell’ intero continente africano, causando l’emissione di più di 300 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

Oltre a rappresentare una delle fonti più importanti dei gas serra (contribuisce infatti a circa al 15% delle emissioni di natura antropogenica) il gas flaring costituisce una fonte di inquinamento chimico, termico e luminoso che ha effetti sia sugli ecosistemi che sulle comunità locali. Numerosi studi riportano differenti tipi di contaminazione, con effetti avversi sia per l’uomo che per l’ambiente.

Gas flaring in Amazzonia ecuadoriana.  Fieldwork  2018 "Territori delle diversità ecologiche e culturali"
Gas flaring in Amazzonia ecuadoriana. Fieldwork 2018  (Credit: “Territori delle diversità ecologiche e culturali”)

L’estrazione di combustibili fossili è un’attività che ha oramai raggiunto aree remote ad elevata diversità biologica e culturale, come l’Amazzonia occidentale. In questo settore, infatti, desta gran preoccupazione l’espansione della frontiera petrolifera nella Riserva della Biosfera Yasuní, uno dei luoghi più biodiversi del pianeta e territorio ancestrale degli indigeni Waorani. In prossimità di questa zona, gli impatti socio-ambientali diretti e indiretti delle varie fasi dell’estrazione petrolifera sono ampiamente documentati

Gas flaring in Amazzonia ecuadoriana.  Fieldwork  2018 "Territori delle diversità ecologiche e culturali"
Gas flaring in Amazzonia ecuadoriana. Fieldwork 2018  (Credit “Territori delle diversità ecologiche e culturali”)

Il gruppo di ricerca “Territori delle diversità ecologiche e culturali” (prof. Massimo De Marchi, Dipartimento ICEA, Università di Padova) da oltre quindici anni sta portando avanti una ricerca geografica, da remoto e sul campo, per studiare gli impatti socio-ambientali e le alternative di sviluppo locale alla produzione di energia fossile in Amazzonia. 

Dall’incontro fra le competenze del gruppo di ricerca e la passione di tre studenti laureandi in Scienze Naturali (Francesco Facchinelli, Edoardo Crescini e Giuseppe Della Fera) è nato un processo che ha portato alla realizzazione di tre tesi di laurea e di un progetto innovativo finanziato nel 2017 dall’Università di Padova (Amazon Eyes).  Nel 2018 nell’ambito dei fondi BIRD il Dipartimento ICEA ha finanziato l’Assegno di ricerca Gas Flaring from above and from below. Linking satellite eyes and community geographic information systems in fossil fuel transition and climate justice. La ricerca è condotta dal dr. Salvatore Pappalardo.

DCIM100MEDIADJI_0166.JPG
Gas flaring in Amazzonia ecuadoriana. Fieldwork 2018 (credits: “Territori delle diversità ecologiche e culturali”)

(altro…)

Approfondisci