petroleumscape_Tavola disegno 1

Call for Abstract - Oltre il petroleumscape: costruire i paesaggi della transizione dai combustibili fossili

Il Master in GIScience e Sistemi a Pilotaggio Remoto invita tutti gli interessati, alla call for abstract per la sessione “Oltre il petroleumscape: costruire i paesaggi della transizione dai combustibili fossili.”

La sessione si terrà nell’ambito della conferenza Oltre la convenzione. Pensare, studiare, costruire il paesaggio 20 anni dopo, che si terrà a Firenze il 4-5 giugno 2020.

Gli abstract potranno essere inviati sia in italiano che in inglese.

La scadenza per l’invio di contributi è fissata per il giorno 15 marzo.

/ Per inviare la tua proposta di abstract, clicca qui.

Oltre il petroleumscape: costruire i paesaggi della transizione dai combustibili fossili

La presenza ubiquitaria del petrolio (dai combustibili, alla plastica, ai vestiti) lo rende invisibile, ma allo stesso tempo indispensabile, in un circolo vizioso che crea una cultura energetica che rafforza la necessità di aumentarne i consumi. Non basta adottare nuove soluzioni tecniche o misure che regolino la domanda di petrolio, è bensì fondamentale decostruire e rimodellare il cosiddetto petroleumscape: i luoghi della produzione e del sacrificio, del transito e dei consumi della risorsa. Questo sistema di paesaggi petroliferi è stato prodotto in 150 anni di interventi fisici e culturali da un’economia basata sul petrolio, promosso globalmente attraverso le politiche dei governi e dell’industria, la pianificazione degli spazi e le pratiche della vita quotidiana. Per superare il petroleumscape è necessario anzitutto maturare la consapevolezza del peso che il petrolio ha nelle società moderne, analizzando gli elementi costitutivi dei diversi paesaggi petroliferi. La Convenzione Europea invita a un’analisi del paesaggio non limitata alle componenti di riferimento più immediate, ma che riconosca il complesso di relazioni culturali, politiche ed economiche che contribuisce a dare identità alle forme territoriali. Andare oltre la convenzione significa esplorare e promuovere nuove direzioni di ricerca per affrontare le urgenze della giustizia climatica. La necessità di rispondere ai cambiamenti climatici attuando una rapida decarbonizzazione delle società è una sfida globale, presente e futura, nel e con il paesaggio. In quest’ottica, la sessione si pone l’obiettivo di indagare la dimensione dei paesaggi petroliferi che ci circondano, attraverso l’analisi degli impatti socioambientali delle attività petrolifere, la riflessione sulle dinamiche che portano alla costruzione dei petroleumscape e la discussione di nuovi immaginari energetici e tecnologici, svincolati dal petrolio, onnipresenti, intimi e quotidiani, con cui costruire paesaggi oltre i combustibili fossili.