DCIM104GOPRO

Riprese aeree con aquiloni | EstateGIS 2019

L’ultimo appuntamento di EstateGIS 2019 si è tenuto mercoledì 18 settembre 2019 con il seminario Foto aeree con aquiloni, tenuto dai kite aerial photographers  Andrea Casalboni e Fausto Focaccia.

Volare e fotografare con gli aquiloni, come una volta

Una volta c’erano gli aquiloni.
Prima dei “robot volanti”, un condensato di tecnologia e sensori ottici, si fotografava dall’alto, per scrutare la superficie terrestre, con mongolfiere ed aquiloni. La prima “foto aerea obliqua”  è stata scattata nel 1906 a 600 metri di quota sopra la città di San Francisco, devastata da un potente terremoto. Per riprendere e dominare la terra dall’alto si sono viste, nella storia della aerofotogrammetria, installare macchine fotografiche persino sui piccioni. Fu il farmacista Julius Neubronner che nel 1907 ci restituì le foto aeree della città di Kronberg (Germania).
Oggi, nonostante i droni siano lo strumento più comune per studiare e mappare il territorio dall’alto, c’è chi continua a installare fotocamere sugli aquiloni, per poi farli volare.
Si chiama “kite aerial photography”.
L’articolo continua su PadovaOggi

Il video della giornata

Le foto della giornata

Il seminario si inserisce all’interno dell’Iniziativa Culturale GIS and Science per l’ambiente, la società e il territorio, finanziata con il contributo dell’Università degli Studi di Padova sui fondi previsti per le Iniziative culturali degli studenti.