uscitapozzonovo

Escursione didattico-pratica con i SAPR a Pozzonovo (PD)

Grazie alla collaborazione con FTO Remotefly e al contributo dato da una bellissima giornata di sole, sabato 30 aprile i nostri corsisti hanno potuto godere di un’intera giornata di lezione teorico-pratica sui SAPR e rilievo fotogrammetrico presso l’avio superficie di Pozzonovo (PD).

Questa attività, inserita nel bagaglio formativo fornito dal Master, è solo una delle varie occasioni organizzate per permette agli studenti di mettere in pratica e ampliare le conoscenze acquisite durante le lezioni teoriche in classe, nonché di toccare con mano il contesto lavorativo in cui operano gli operatori SAPR.

Di seguito una breve sintesi delle attività portate in essere durante la giornata, cliccando su questi link si può anche accedere alla gallery foto e video, compreso il momento di pick nick conviviale!

L’attività ha visto gli studenti, divisi in tre gruppi, turnarsi nei differenti passaggi necessari alla buona riuscita di un volo per rilievo fotogrammetrico e successivo processamento delle immagini:
– con Federico Conforto di FTO Remotefly sono state affrontate le tematiche riguardanti la pianificazione del volo, mettendo in pratica le indicazioni fornite dalla direttiva ENAC, attraverso la simulazione di un’attività di rilievo sul terreno dell’avio superficie di Pozzonovo. In particolare gli studenti sono stati coinvolti nella progettazione del piano di volo, nella verifica della sua fattibilità, nel determinare se si trattava di un volo in sicurezza o meno, ecc…
– Analisi delle caratteristiche e successiva simulazione di volo con SAPR Phantom III Pro e con l’octacottero  Multirotor EAGLE. Ogni gruppo ha poi potuto sperimentare la fase vera e propria di volo grazie alla guida di Enrico e Francesco, due esperti piloti di FTO Remotefly. L’attività si è svolta in tre fasi: inizialmente i piloti hanno illustrato le caratteristiche tecniche dei due SAPR, la loro componentistica, batterie, sensori, differenza tra SAPR professionale e amatoriale, dispositivo di terminazione di volo e radiocomando; successivamente i due piloti hanno simulato un volo con l’octacottero mettendo in essere tutte le operazioni e i procedimenti previsti dalla normativa, nonché dal buonsenso, distanze di sicurezza, controllo e preparazione del SAPR per il volo, buone pratiche durante le fasi di decollo, volo e atterraggio, uso del radiocomando, ecc. Infine è arrivata la terza fase, nonché la più emozionante per gli studenti, ovvero il pilotaggio del Phantom III, conclusasi naturalmente nel migliore dei modi, grazie anche all’attenta supervisione dei piloti!
– Naturalmente dopo il rilievo fotogrammetrico, le immagini necessitano di un post-processamento per poter essere usufruibili e utili a fini scientifici o ad un potenziale committente. Ecco allora che altri due piloti esperti di telerilevamento e analisi di immagini hanno ricondotto gli studenti davanti al pc e li hanno introdotti all’uso del software Pix4D, strumento molto potente, versatile e molto usato dai professionisti del settore. Ecco allora che, usando come esempio i dati provenienti da un rilievo fotogrammetrico di una cava trentina, gli studenti sono stati condotti passo passo alla preparazione delle foto, la loro importazione nel programma e associazione con i punti GPS e i Ground Control Points, al loro processamento, produzione di differenti output quali nuvola di punti, ortofoto, isoipse e allo svolgimento di alcune analisi, quali calcolo di aree e volumi. Tutto il necessario insomma perché un cliente rimanga soddisfatto del lavoro svolto o per una pubblicazione scientifica!