Pitacco Andrea

Professore associato presso il Dipartimento di Agronomia ambientale e Produzioni vegetali dell’Università di Padova ed è presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio. Conta più di 100 pubblicazione a stampa. A partire dal 1980 ha contribuito allo sviluppo del primo modello matematico di trasferimento dell’acqua nel Sistema Suolo-Pianta-Atmosfera adatto a condizioni di aleatoria disponibilità idrica prodotto in ambito nazionale. Si è interessato di modellizzazione del regime radiativo di colture discontinue, sviluppando un modello originale per lo studio della forma ottimale delle chiome arboree. Dalla fine degli anni ’80 è attivamente impegnato nello studio della micrometeorologia applicata a colture agrarie e forestali e dei rapporti Vegetazione-Atmosfera in generale. Ha svolto due soggiorni di studio in qualità di foreign specialist presso il National Institute of Agro Environmental Sciences di Tsukuba (JA), supportato da borse di studio della Science and Technology Agency of Japan ed è stato numerose volte visiting scientist presso l’Università di Basilea (CH) con cui ha una stabile collaborazione di ricerca, approfondendo le problematiche relative all’anemometria ad ultrasuoni e la tecnica dell’eddy covariance. Attualmente, la sua attività di ricerca è focalizzata sullo studio delle Interazioni Vegetazione-Atmosfera, con particolare riguardo alla caratterizzazione teorica e sperimentale dei processi di trasporto turbolento in canopy vegetali discontinue. E’ specificatamente coinvolto nello studio della capacità di assorbimento del Carbonio da parte della vegetazione agraria (in particolare quella arborea: vite, olivo), partecipando al network globale di monitoraggio dei bilancio di energia, acqua e carbonio della vegetazione terrestre(FLUXNET). E’ stato delegato del MiPAAF alla Commissione speciale OIV sul bilancio della CO2 nel settore vitivinicolo.