De Marchi Massimo

Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore di Seconda fascia 11/B1, Geografia (2012). Docente di Metodi di Valutazione Ambientale, Legislazione ambientale, Laboratorio di Cartografia e GIS per la Biodiversità (Scuola di Scienze, Università di Padova), ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria civile Edile e Ambientale. Laurea in Scienze forestali (1988, Università di Padova), Dottorato di Ricerca in Uomo e Ambiente (2000, Università di Padova). Si occupa di processi partecipativi e gestione di conflitti ambientali in territori complessi ad elevata diversità biologica e culturale, politiche territoriali ed ambientali, sviluppo locale sostenibile, turismo e sostenibilità territoriale. Ha svolto attività professionale e di ricerca in Italia, in Europa, Africa, America Latina e Canada. Integra gli approcci della GIS Science con metodologie qualitative e partecipative, adottando una prospettiva non estrattiva, di empowerment e protagonismo degli attori che collaborano alla ricerca-intervento. Recenti pubblicazioni sulla espansione della frontiera estrattiva in Amazzonia e sulla mobilità e territorialità dei popoli indigeni non contattati in Ecuador: “Future of oil and gas development in the western Amazon” (2015, Environmental Research letters, con Finer M., Babbitt B., Novoa S., Ferrarese F., Pappalardo S.E., Saucedo M. e Kumar A.); Uncontacted Waorani in the Yasuní Biosphere Reserve: geographical validation of the Zona Intangible Tagaeri Taromenane (ZITT)” (2013, PlosONE, con Pappalardo S.E. e Ferrarese F.); “Zona Intangible Tagaeri Taromenane (ZITT): ¿una, ninguna, cien mil? Delimitación cartográfica, análisis geográfico y Pueblos Indígenas Aislados en el camaleónico Sistema territorial del Yasuní” (2013, CLEUP-CICAME, con Pappalardo S.E. e Ferrarese F.); “Yasuní zona de sacrificio, Análisis de la iniciativa ITT y los derechos colectivos indígenas” (2013, FLACSO, con Narvaez I. e Pappalrado S.E.).